Ubuntu 21.10

14 ottobre 2021: oggi Canonical ha rilasciato Ubuntu 21.10, l’ambiente più produttivo per sviluppatori cloud-native e innovatori di AI/ML su desktop, dispositivi e cloud.

“Poiché l’open source diventa la nuova impostazione predefinita, miriamo a portare Ubuntu in tutti gli angoli dell’azienda e in tutti i luoghi in cui gli sviluppatori vogliono innovare”, ha affermato Mark Shuttleworth. “Dai più grandi cloud pubblici ai dispositivi più piccoli, dai server DGX alle workstation Windows WSL, l’open source è il trampolino di lancio per nuove idee e Ubuntu lo rende sicuro, sicuro e coerente.”

Realizzato per gli sviluppatori Ubuntu ovunque si trovino
Ubuntu 21.10 offre i nuovissimi PHP 8 e GCC 11 incluso il pieno supporto per l’analisi statica, migliorando notevolmente la consapevolezza della sicurezza quotidiana degli sviluppatori nella programmazione di basso livello.

Con Gnome 40 gli utenti desktop ottengono spazi di lavoro dinamici e gesti del touchpad. Il nuovo snap di Firefox, pubblicato da Mozilla, migliora la sicurezza e garantisce l’accesso sia alla versione più recente che a quella con supporto esteso del browser. Le stesse identiche versioni del browser sono disponibili su più versioni diverse di Ubuntu, semplificando la gestione della piattaforma per sviluppatori aziendali. Nell’ultimo anno, il numero di snap pubblicati nello store è cresciuto del 25% e lo snap store ora serve oltre 10 milioni di sistemi al giorno.

Gli sviluppatori Windows saranno deliziati dal supporto immediato per le applicazioni grafiche su Windows Subsystem for Linux (WSL), che consente agli utenti di utilizzare le applicazioni desktop Ubuntu senza modifiche.

Cloud native dall’edge al mainframe
Le moderne pratiche di sviluppo dipendono sempre più da immagini containerizzate, ma garantire la provenienza delle immagini del software open source può essere difficile. Gli sviluppatori di applicazioni richiedono immagini di container coerenti e affidabili da una fonte affidabile. L’immagine OCI di Ubuntu 21.10 è disponibile su Docker Hub e Amazon ECR Public Registry. Accanto all’immagine di base di Ubuntu, Canonical mantiene un set curato di immagini dell’applicazione. LTS Docker Images fornisce impegni a livello aziendale per la conformità e gli aggiornamenti di sicurezza, supportati da Canonical per l’intera durata di Ubuntu, almeno 10 anni.

Le ultime immagini LTS Docker di Canonical includono Grafana, Prometheus e NGINX. Apache Cassandra v4 è una nuova aggiunta, con scraping in tempo reale, avvisi e integrazione Prometheus migliorata. Squid, un proxy di memorizzazione nella cache, e Bind9, un sistema DNS completo, si uniscono anche al portafoglio di LTS Docker Images.

MicroK8s installa Kubernetes con un singolo comando e forma un cluster edge Kubernetes in soli due comandi. MicroK8s ora offre l’ultimo Kubernetes 1.22 certificato CNCF nel canale stabile. I contenitori Kata sono un nuovo entusiasmante modo di eseguire contenitori con virtualizzazione leggera, che migliora la sicurezza della distribuzione. I contenitori Kata sono ora attivati ​​in MicroK8s con un semplice microk8s enable kata.

Il supporto di MicroK8s per IBM Z è ora disponibile per il beta testing. Con il supporto di MicroK8 per IBM Z, gli utenti beneficiano di devop cloud-native e della stabilità e sicurezza del mainframe.

La prima scelta per l’innovazione AI/ML
Gli ingegneri di tutto il mondo scelgono Ubuntu come piattaforma preferita per eseguire dati sofisticati e carichi di lavoro AI/ML. Con Ubuntu 21.10, Canonical offre Apache Cassandra impacchettato in un attimo, consentendo ai team DataOps di configurare un cluster Cassandra.

Come parte del nostro lavoro con NVIDIA, Ubuntu 18.04 LTS e Ubuntu 20.04 LTS ottengono il supporto vGPU su Ubuntu KVM. Gli utenti possono condividere i dispositivi GPU fisici tra le VM guest come GPU virtuali, beneficiando di prestazioni ed efficienza migliorate.

La crescente raccolta di componenti aggiuntivi della community MicroK8 include l’operatore GPU NVIDIA 1.7.0, che semplifica l’esecuzione di carichi di lavoro AI/ML su Kubernetes.

Futuro pronto
Con il kernel 5.13, Ubuntu 21.10 aggiunge il supporto per Kernel Electric Fence (KFENCE), un nuovo rilevatore di errori di memoria di runtime progettato per ambienti di produzione. KFENCE mantiene basso il sovraccarico mentre rileva gli errori di memoria più comuni. Abilitato per impostazione predefinita, Ubuntu 21.10 renderà casuale la posizione di memoria dello stack del kernel ad ogni voce di chiamata di sistema su entrambe le architetture amd64 e arm64 con un impatto minimo sulle prestazioni.

Ubuntu 21.10 Impish Indri è la versione provvisoria finale prima del prossimo Ubuntu Long Term Support (LTS) che sarà rilasciato nell’aprile 2022. Gli sviluppatori possono utilizzare Ubuntu 21.10 per rendere il loro lavoro a prova di futuro per il prossimo LTS, che sarà supportato almeno fino 2032.

Commenti chiusi